giovedì 8 dicembre 2011

domenica 4 dicembre 2011





a guy who loves to drink estathè in the parks,
and he likes to do the fake shy,
and it's fucking beautiful.

giovedì 1 dicembre 2011

lunedì 28 novembre 2011




quatre planche pour une concour de la province de Liege, Je n'ai jamais fait un truc comme ça.

martedì 15 novembre 2011

Soiree atelier...chez moi

Merci Louise pour nous faire decouvrire le monotype!
first, you make this with a bic
Then, this is the result 
And you can also make this
And This  

giovedì 13 ottobre 2011

lunedì 25 luglio 2011

gogol street art

ho violato qualche sacra legge della street art mettendo un poster sopra un graffito?
a mia discolpa posso dire che era li da tanto tempo e pieno di scritte idiote.

bonus française!
(et sans google translator...on voit qu'est qu'il passe)
En cettes jours mes tag dans facebook ont gagnè point sur point!





et maintenant WANDONA pour TOUS!


sabato 23 luglio 2011

questo è previsto per lunedì mattina. Peruccione non avrai il mio scalpo.
Che poi io non abbia voglia di usare photoshop in modo umano quello è un altro discorso.
Discorso di voglie. Anche perchè tutta la mia flebile risorsa di voglia è andata usata in questi giorni per tradurre il ticket 2 way con cui tanto vi ho smaronato.
Ma andava fatto.
Et voilà




mercoledì 13 luglio 2011

se vi piacciono i fumetti. si vous aimez la bd

Cari amici. Non mi dilungherò.
Ho fatto un fumetto. Sia per dovere che (soprattutto) piacere.
Sono 12 pagine. Qualche colore qua e là. C'è anche una copertina con retro. Insomma è ben confezionato.
Perchè ve ne parlo, ecco io tengo molto a questa storia. E penso come tutti gli autori di storie avrei grande piacere  nel distribuirla e farla leggere, sapere cosa ne pensate.
Non ho mai fatto nulla del genere.
In questa storia ci sono io che vado a Istanbul, e ci sono davvero andato! E poi ci sono tutti i miei amici che erano la con me. Quando qualcuno mi chiede "come è andata a Istanbul?" io vorrei rispondere regalando questo fumetto.

Per ora è in francese. Sto lavorando nel tradurla per gli amici italiani. Non pretendo di farvi pagare. Più in basso potete scaricarvi il pdf o leggerla online. Se vorrete godervi la versione cartacea basta chiedere. Dovrebbero essere circa 6 euro (è il prezzo di stampa) e per incentivarvi vi prometto che ci faccio sopra un disegno di quelli miei.

Grazie (e mi sento molto piciu)

Chers amis. Je ne v'ennuiera pas.
J'ai fait une bande dessinée. Soit pour le devoir soit (et surtout) pour le plaisir.
Il ya 12 pages. Certaines couleurs ici et là. Il y a aussi un couverture avec la quatrieme de couv (que c'est beacoup professional). En bref, il est bien emballé.
Pourquoi je vous parle de ça, voici, je tien beacoup a cette histoire. Et je pense que, comme tous les auteurs des histoires, j'aurais beaucoup de plaisir à le distribuer et a la faire lire, et savoir ce que vous pensez.
Je n'ai jamais fait une chose comme ça.
Dans cette histoire il y a moi qui vais à Istanbul, et je suis vraiment etez la!! Et puis il y a tous mes amis qui étaient là avec moi. Quand quelqu'un me demande "comment était Istanbul?" Je voudrais répondre en donnant cette bande dessinée.

Je ne prétends pas vous faire payer. Plus en bas vous pouvez telecharger le pdf ou lire en ligne. Si vous voulez profiter de la version papier il suffit de demander. Devrait être d'environ 6 euros (prix d'impression) et pour vous seduire je promets de faire une dessin de le mien.


Merci ( et je me sente beacoup con)


domenica 10 luglio 2011

martedì 24 maggio 2011

A questo link trovate delle mini "pillole" di storia del fumetto tenute da uno dei mie professori: Erwin Dejasse. Dalla sua prima lezione mi ha sempre colpito il suo modo di spiegare. E' uno dei pochi insegnanti nei quali si nota davvero che ama il lavoro che fa. Nessun suo corso è stato scontato, nessun suo commento. Non ripete quello che dicono gli altri, cita e analizza e quindi dona la sua opinione. Mettendo sempre le mani avanti. Quello che davvero mi ha fatto capire che mi trovavo davanti a un prof speciale è stato l'accorgermi che non ho mai perso una sua lezione... mai successo con nessuno nella mia carriera scolastica.

Erwin Dejasse parla di fumetti, con conoscenze specifiche di uno storico, la verve di un amatore (da amatore, "che ama") e l'inimitabile accento di un Liegese.
Le "pillole" hanno come soggetto riviste e collettivi, e le modalità in cui le dinamiche editoriali emergono , si cristallizzano, trasformano e muoiono.


"Passe moi l'espression..."



lunedì 16 maggio 2011

 aujourd'hui j'ai fait de la serigraphie,

et peut etre que je me suis fait prendre un peu la main.
jour 252